MUSICA E SPETTACOLO

THESE ARE… DAMIEN MCFLY & ALAN FREW

Quella di Damien McFly e Alan Frew è un’amicizia musicale che dura da anni. Tutto inizia quando tre anni fa Alan voleva esibirsi in Italia e grazie ad alcuni amici entra in contatto con Damien. Comincia così una collaborazione italo-scozzese che continua nel tempo.

Alan Frew, scozzese, inizia come chitarrista e vocalist nelle esibizioni di The Kytes, Southbeach e Jill Jackson a Glasgow. Nel 2010 emerge come cantante e cantautore con l’uscita dell’album Go Easy che trova subito l’approvazione della stampa. Parte così una carriera fatta di importanti festival UK, trasmissioni nelle Radio BBC e tour che lo portano fuori dal territorio britannico e che vedono concerti in Olanda, Germania, New York e Italia. Il suo genere? Decisamente pop acustico.

Damien McFly, al secolo Damiano Ferrari, è un giovane cantante e cantautore italiano. Nonostante la sua giovane età vanta più di 500 concerti in 15 paesi diversi. La sua musica indie-folk in poco tempo cattura l’attenzione di un vasto pubblico. Dopo anni di cover rivisitate, nel 2015 esce il primo album di musica propria. Da qui un crescente successo che lo vede partecipare a numerosi festival importanti tra  i quali SXSW, Canadian Music Week, BBC Carfest, International Richmond Film Festival. Il suo canale YouTube conta più di 30.000 iscritti e quello Instagram oltre i 16.000. Nel 2018  ha vinto il Grand Prize nella categoria folk del John Lennon songwriting contest con il singolo Mesmerised. La sua ultima uscita, My Cure (1 novembre 2019) in pochi mesi ha avuto migliaia di ascolti.

In questi giorni Alan è tornato in Italia e insieme a Damien sta portando la sua musica in varie zone del nord. Ho avuto il piacere di ascoltarli venerdì 17 Gennaio al Greenwich di Curtarolo (PD). Ad aprire la serata Alan, da solo sul palco con la sua chitarra. Poi è il turno di Damien McFly che nell’occasione è accompagnato da due componenti della sua band: il bassista Riccardo Loriggiola e il batterista Paolo Masiero.  Due concerti in uno che avresti voluto durassero tutta la notte. La musica di Alan e di Damien non stanca. Lo stile simile ma differente allo stesso tempo è in piena armonia e complicità. Canzoni che appena le ascolti è difficile che te le togli dalla testa. Un susseguirsi di immagini ed emozioni fino a raggiungere l’apice: sul palco salgono i due amici insieme e danno vita a un duo impeccabile. Ed ecco che purtroppo giunge il saluto finale, torni a casa, ti metti sotto le coperte ma prima di addormentarti ascolti ancora un po’ della loro musica su Spotify.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *