OPINIONI, ANEDDOTI E RACCONTI

Fidanzati e compagni non sono famiglia

Ci sono affetti di serie A e affetti di serie B. Il decreto appena emesso sulle nuove disposizioni COVID-19 ne è un’ulteriore conferma. Dal 4 maggio si potrà uscire anche per far visita ai famigliari. Solo i “congiunti” però. Con questo termine si definiscono quelle persone unite da legami di parentela stretta o legalmente. Fidanzati e compagni ancora una volta vengono tagliati fuori.

Quello che si prova per una persona non conta. Se si ama qualcuno senza unioni legali, per lo stato non si è nessuno. Forse non soltanto per esso. Quante volte vi siete sentititi dire che se non sei sposato non fai parte della famiglia? Quante volte vi hanno deriso quando consideravate il vostro partner come parte di essa anche se era soltanto poco che vi eravate messi insieme? E non avete mai sentito la frase: “Tu non sei nessuno”? Come se per provare dei sentimenti servisse per forza un pezzo di carta.

L’unione legale di solito richiede un po’ di conoscenza in più. Sono rari i casi in cui uno si sposa o diventa coppia di fatto solo dopo pochi mesi di fidanzamento. Questo non vuol dire che il legame non sia comunque forte. Dal momento in cui due persone decidono di stare insieme, amici e parenti più stretti  ne sono a conoscenza, si amano e sono quindi fidanzati “ufficialmente” non dovrebbe bastare? No. Ci vuole un pezzo di carta che te lo dica. Senza non puoi (se la famiglia di origine non vuole) far visita al tuo partner in coma dopo un incidente. Non puoi prendere decisioni che lo riguardano. E ora non puoi nemmeno essere autorizzato a passare del tempo insieme nella fase 2 della pandemia Coronavirus.

In questo periodo dove la preoccupazione economica è al primo posto, dove non si sa cosa accadrà domani, dove abbiamo dovuto cambiare le abitudini c’è bisogno di affetto e di tornare piano piano alla normalità, a piccoli passi. Stare, anche solo per poco tempo, con chi si ama aiuta a sentire meno la tristezza che ci circonda e ci fa andare avanti con più carica. Non importa se si sta insieme da un giorno, un mese o un anno. L’amore non si misura guardando il calendario ma i sentimenti e una coppia non è tale solo in base a un certificato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *