• RACCONTO

    25 Novembre 20

    Non giustificarlo, non pensare che sia colpa tua, non sentirti inferiore, non dire “me lo merito”, non lasciare che continui, non permettere che ti tolga la libertà. Sei una DONNA, cazzo! Sai sopportare i dolori del ciclo e quelli del parto, sai conciliare lavoro e famiglia, sai fare più cose insieme! Sei forte! Denuncia, ribellati, chiedi aiuto e non farti condizionare da un uomo così insignificante che ha bisogno della violenza per sentirsi tale.

  • RACCONTO

    Un bel compleanno, nonostante il distanziamento.

    Ieri ho spento le 37 candeline. Adoro compiere gli anni, non solo per i regali ma anche perché è l’occasione di stare con le persone care. Quest’anno è stato tutto un po’ diverso. Il periodo Covid si fa sentire di più nei giorni in cui dovresti festeggiare. Niente abbracci, saluti calorosi, baci e strette di mano. Niente pranzi, cene o feste. Eppure è stato davvero un bel compleanno. Molte le persone che hanno fatto sentire la loro presenza con un messaggio o una telefonata. Qualcuno mi ha consegnato un regalo rispettando le misure di sicurezza. Il mio nipotino acquisito che mi manda un disegno e mi canta insieme ai suoi…

  • RACCONTO

    ElleActive 2020

    Ho scoperto ElleActive, il forum dedicato al mondo femminile di Elle, per puro caso l’anno scorso. Sfogliando un numero della rivista, mi sono trovata davanti l’annuncio di questo appuntamento gratuito aperto a tutte le donne “attive”. Ho preso il treno per Milano e mi sono goduta l’edizione 2019, tornando a casa con un bagaglio ricco di consigli utili e spunti di riflessione sul mondo del lavoro rosa. Quest’anno, a causa della pandemia, il treno non l’ho preso. Per fortuna l’edizione 2020 si è spostata nel web. Ecco che oggi, dalle 10.00 fin quasi alle 18.oo, non mi sono mai staccata dallo schermo sia di pc che iPhone per seguirla. Per…

  • RACCONTO

    Ciao bellezza! Sì, dico proprio a te!

    Ho deciso di acquistare il numero 40 di Vanity Fair perché il nudo di Vanessa Incontrada e la frase “NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE” a caratteri cubitali in copertina mi hanno incuriosito. Il concetto di bellezza sta cambiando. Non più stereotipi decisi dalle passerelle, dalla TV o dai media, ma la perfezione trovata nella naturalezza del corpo femminile di tutti i giorni. Diciamoci la verità, quante di noi si piacciono così come sono? C’è sempre qualcosa da sistemare o la vergogna di mostrare questo o quell’altro difetto. E come se non bastasse, c’è chi non perde occasione di ricordacelo. Siamo uniche. Ognuna di noi ha i suoi pregi e i suoi difetti.…

  • RACCONTO

    Quando acquistare un libro usato diventa…

    …una piacevole passeggiata. Qualche giorno fa avevo messo un annuncio sul Marketplace di Facebook dove cercavo dei libri usati. A rispondere all’annuncio una signora di Bassano del Grappa. La cittadina in provincia di Vicenza, famosa per il suo ponte di legno, dista circa mezzoretta di macchina da dove abito. Così oggi, approfittando di una meravigliosa giornata di sole, io e il mio compagno abbiamo unito l’utile al dilettevole e ci siamo fatti un giretto a Bassano. A presentarsi all’incontro una signora sulla settantina, di origine veneziana e molto a modo, che… ha fatto una passeggiata con noi per le vie della città accompagnandoci in librerie e raccontandoci aneddoti sulla sua…

  • RACCONTO

    MLOL, il servizio online offerto dalla mia biblioteca, è una figata!

    Ne sono passati di anni da quando ho messo piede per la prima volta nella biblioteca del mio comune. Se ci penso, ricordo ancora quel profumo di libri vecchi e nuovi tutti insieme. Beh, forse, non serve andare troppo lontano nel tempo per sentirlo. Anche oggi chi entra in una biblioteca ne può assaporare tutto l’aroma. Eh sì, ne sono cambiate di cose da allora. Ora, grazie alle reti bibliotecarie associate si possono richiedere libri che sono presenti in comuni diversi senza dover percorrere chilometri. Il libro desiderato e prenotato arriverà dopo qualche giorno nella biblioteca abituale pronto per essere ritirato. E per facilitare le cose, arriva anche il catalogo…

  • RACCONTO

    “Non buttate la plastica in mare perché…

    …Muoiono i pesci”. Eh già. Ieri era la giornata mondiale senza sacchetti di plastica. Scrivo solo ora perché sono appena tornata da un weekend al mare. Precisamente al Lido di Spina (Comacchio), lungo il litorale ferrarese. La frase che compone il titolo di questo articolo e continua poi nel testo, è stata detta a me e al mio compagno mentre passeggiavamo lungo la spiaggia nel tardo pomeriggio. Da chi? Da una bambina di circa 5 anni che stava giocando con la sabbia e che esortava chiunque passasse a non gettare i rifiuti in mare perché, appunto, le prime a rimetterci la pelle solo le creature marine. Purtroppo l’appello innocente non…

  • RACCONTO

    Quando l’estate è 50+

    “A- A- Abbronzatissima…”. No scusate… ho sbagliato disco… “Tintarella di Luna, tintarella color latte…”. Ecco adesso ci siamo. Parola di 50+! No, non è la mia età anagrafica è il tipo di protezione solare che ogni anno fa capolino nella mia borsa e non solo quella mare. Chi, come me, ha la pelle “bianca” sa benissimo che basta poco per scottarsi o perché arrivino eritemi solari anche se non siamo in spiaggia. Non serve che aspettare il solstizio d’estate, noi “mozzarelline”, iniziamo a soffrire molto prima. Non appena arriva la bella stagione e ci si scopre un po’ di più ecco che incominciano le spalmate di crema prima di uscire…

  • RACCONTO

    Io sono flessibile, ma non mi piego

    Capita. Programmi le vacanze ed ecco che puntualmente arriva quell’imprevisto che ti fa cambiare programma. Fai progetti futuri e succede qualcosa per cui devi modificare la rotta. Pensi di fare lo stesso lavoro per molti anni e poi ti ritrovi a partire per una nuova esperienza. A chi non è capitato? A me spesso. Sono sempre stata convinta che i fatti non avvengano mai per caso e che tutto serva. Finché possiamo mutare significa che siamo vivi. In una società come quella odierna bisogna essere flessibili, senza farsi piegare dagli avvenimenti. Provate a programmare solo il necessario. Quegli appuntamenti che non possono essere decisi all’ultimo e poi fatevi trasportare da…

  • RACCONTO

    L’epigrafe? Me la scrivo da solo!

    Una mente geniale fino in fondo. Oggi ci ha lasciato Ennio Morricone. Il genio che ci ha regalato colonne sonore indimenticabili. Un personaggio come lui non poteva non lasciarci con un ultimo gesto creativo a cui tutti potremmo pensare: scrivere la propria epigrafe da soli.  Lui lo ha fatto. L’ha scritta e l’ha affidata al suo avvocato che l’ha letta al pubblico dopo l’annuncio della morte. Nel testo traspare la sua umiltà. Il desiderio di avere un funerale in forma privata per “non disturbare nessuno” ci fa capire quanto si può essere grandi pur restando semplici. Un necrologio che tocca al cuore e che fa commuovere come le sue opere.…